Rocco i suoi fardelli*

Rocco i suoi fardelli*

Non so chi sia professionalmente Rocco Casalino. Pare che sia stato un concorrente del primo “Grande Fratello”, ma credo sia una perfida ingiustizia ritenere che nella vita non abbia fatto altro di interessante fino al punto da essere scelto come “portavoce”. E soprattutto non so per quale ragione si sia trovato al centro della cronaca, […] more…
la gestione “chic” dell’immigrazione*

la gestione “chic” dell’immigrazione*

Da un’indagine realizzata da IPSOS, per conto del Corriere della Sera, risulta che la maggioranza della popolazione italiana sostiene le decisioni di Salvini di respingere i migranti, di chiudere i porti, nonché la sua assoluta fermezza anche nel caso della nave Diciotti. La stessa indagine, inoltre, afferma che tra i sostenitori di questa linea vi […] more…
la “gogna mediatica” e il ruolo dei “social”*

la “gogna mediatica” e il ruolo dei “social”*

Il sindaco di Bari, nonché presidente di ANCI, ha annunciato il successo di una sua iniziativa che consiste nella pubblicazione su Facebook e sulla propria pagina web di una rubrica denominata “lo schifoso del giorno”. Il titolo rivela una certa rabbia che non dovrebbe essere mai utilizzata da chi rappresenta le istituzioni e potrebbe indurre […] more…
Il colore del caos*

Il colore del caos*

Credo che non dovremmo stancarci mai di evidenziare quando la situazione ci appare “critica” o persino “grave”. E non deve indurci al silenzio nemmeno il fatto che queste criticità siano ricorrenti e appaiano senza fine. Anzi! Sorprende il fatto che tutti, nessuno escluso, nemmeno quelli che godono di una situazione di favore, lamentano la criticità […] more…
A Genova non è crollato solo un ponte.*

A Genova non è crollato solo un ponte.*

La triste vicenda del crollo del ponte di Genova ha messo in luce molto di più di ciò che avrebbe potuto il semplice cedimento di un’opera. La questione tecnica, probabilmente, verrà chiarita, anche se, dalle notizie che si apprendono, pare che ci sia davvero poco da chiarire. Il crollo di quell’opera che, neanche a farlo […] more…
Così il sistema “aggirerà” il Movimento cinque stelle*

Così il sistema “aggirerà” il Movimento cinque stelle*

Premetto che appartengo alla schiera che “non appartiene”. Cioè a quelli che non si riconoscono, in senso assoluto, in alcun partito o movimento. Per dirla meglio, mi sento tra quelli che vorrebbe una società migliore e una Nazione degna di questo nome, non il successo di una parte ai danni di un’altra. Perchè ciò che […] more…
la politica, i programmi, le persone*

la politica, i programmi, le persone*

La politica dovrebbe essere il luogo delle “soluzioni” e invece, mai come oggi, rappresenta l’ambito dei problemi più gravi. Non occorre (mi auguro) risalire a Platone o Aristotele per coglierne gli aspetti di valore che deve rappresentare per la collettività. La definizione di “politica” contenuta nel dizionario Treccani recita così: “la scienza e l’arte di […] more…
il razzismo “distratto”

il razzismo “distratto”

Non so se possa esistere un “razzismo giusto”. E in verità non mi sembra possibile. Ma, ammesso che possa giustificarsi, sarebbe opportuno chiedersi da che cosa discenda e a che cosa sia finalizzato. Se si considera il termine utilizzato si desume che le ragioni dovrebbero derivare dalla comune appartenenza alla stessa “razza”. Certamente gli uomini […] more…
perché sia davvero un “nuovo” anno

perché sia davvero un “nuovo” anno

E’ sorprendente come, esattamente in modo rituale, con atteggiamento da emancipati rispetto ai misteri religiosi o tradizionali di Gesù Bambino o di Babbo Natale, ci immergiamo nei “riti” (perché tali sono) del Capodanno. A questi riti appartengono anche le scadenze che si concentrato tutte proprio in questo periodo, da sempre (come detta il calendario), ma […] more…
Ci servirebbe un Natale!

Ci servirebbe un Natale!

Anche quest’anno si festeggia il Natale e facciamo bene a vivere la festa come una conquista da difendere. C’é chi pensa di alleggerirne il riferimento alla natività, lasciando solo Babbo Natale (certamente il numero di alberi supera quello dei presepi). C’é pure chi vuole riformare il calendario per togliere il riferimento alla nascita di Cristo […] more…
Powered by WordPress | Fluxipress Theme